fbpx

Le Cose Che Devi Sapere (E Che Nessuno Ti Dice) Prima Di Comprare Un Robot Aspirapolvere

Vorresti comprare un robot aspirapolvere ma hai ancora qualche dubbio?

Ti capisco.

Costa un sacco di soldi (ma credimi, ne vale la pena).

Io tempo fa ho comprato un iRobot Roomba 671 e devo dirlo: non ho mai avuto i pavimento così puliti.

Ed è fantastico dato che passo molto tempo in casa.

Usare uno strumento del genere non è sempre stato rose e fiori, anzi.

Ho riscontrato diversi problemi nel funzionamento dell’aspirapolvere robot che non mi hanno soddisfatto (soprattutto i primi giorni dopo l’acquisto).

Prima di comprarlo immaginavo che sarebbe andata così:

  1. Inserivo la presa dell’aspirapolvere robot nella corrente
  2. Premevo il pulsante di avvio
  3. Dopo pochi minuti avrei trovato il pavimento di casa splendente (senza alzare neanche un dito)

Mi sbagliavo..ma non del tutto.

L’aspirapolvere robot è molto più comodo ed efficiente rispetto alla tradizionale combinazione scopa e paletta, ma questi elettrodomestici – eccetto i top di gamma (come il costosissimo iRobot Roomba i7+) – per funzionare bene hanno bisogno sempre di una mano da parte nostra.

Dopo aver passato diversi mesi in compagnia del Roomba 671 ho deciso di scrivere questo articolo per condividere con te le cose da sapere prima di comprare un robot aspirapolvere.

Cosa Devi Sapere Prima Di Comprare Un Robot Aspirapolvere

Non fraintendermi.

Avere un robot aspirapolvere è davvero fantastico.

Ci sono soltanto alcuni piccoli “problemi” che potresti riscontrare nell’utilizzo di questo prodotto, come:

Vediamo un aspetto alla volta.

Robot Aspirapolvere Bloccati In Casa

I robot aspirapolvere hanno una fantastica abilità grazie alla quale riescono sempre al tornare alla base di partenza evitando – con agilità – mobili, scarpe ed altri oggetti sparsi sul pavimento.

Escludendo i prodotti di ultima generazione con sensori avanzati (presenti sui migliori robot aspirapolvere con mappatura) che utilizzano per studiare nel dettaglio il piano e la struttura dell’ambiente da pulire, la maggior parte dei modelli sul mercato possono rimanere bloccati o incastrati in alcune zone della casa, senza riuscire più a muoversi.

Per evitare tutto ciò, i primi giorni che utilizzi il robot aspirapolvere, seguilo mentre è al lavoro e scopri quali potrebbero essere i punti cruciali dove potrebbe bloccarsi, e poi rimuovili.

Esempio: il mio robot si blocca spesso su un fermaporte in gomma e non riusciva più ad andare né avanti né indietro. Sai cosa ho fatto? Prima di mettere in funzione il robot tolgo sempre il fermaporte dal pavimento. A volte succede che quando sta vicino alla scale si blocca per evitare la caduta, ma poi non si muove più. Per risolvere questo problema ho messo una piccola panca davanti alle scale e non ho avuto più nessun problema.

I robot aspirapolvere di fascia alta sono in grado di elaborare un sistema di movimento intelligente per pulire a fondo qualsiasi ambiente; poi ci sono degli appositi accessori (come ad esempio l’iRobot Virtual Wall) che il robot può usare per evitare di raggiungere determinate aree.

Comunque, se non hai intenzione di spenderci molto, con un po’ di inventiva è possibile risolvere questo problema senza cacciare un soldo.

Robot Aspirapolvere “Mangiatori” di Cavi e Lacci delle Scarpe

Durante il primissimo giro di pulizie del robot aspirapolvere, potrebbe incontrare sul suo cammino lacci di scarpe o cavi elettrici.

E questo può essere un problema: se il robot in questione ha una potenza di aspirazione elevata, questi oggetti potrebbero rimanere incastrati nell’impianto di aspirazione dello strumento.

Ma non preoccuparti, la soluzione è molto più semplice di quanto pensi: prima di mettere in funzione il robot rimuovi cavi e scarpe dal pavimento ed il gioco è fatto.

Se dimentichi di togliere qualche oggetto che potrebbe causare problemi al robot aspirapolvere, puoi sempre ricorrere al già citato “muro virtuale”, accessorio che serve ad evitare che questi strumenti possano raggiungere o pulire determinate zone che scegli.

I Robot Aspirapolvere Devono Essere Svuotati

Per far sì che i tradizionali aspirapolvere funzionino sempre alla perfezione, è necessario rimuovere periodicamente il sacco presente all’interno.

Lo stesso discorso (più o meno) vale anche per i robot aspirapolvere.

Non si tratta di una procedura che deve essere eseguita al termine di ogni ciclo di pulizia, ma conviene farlo di frequente.

Nota: i modelli top di gamma (come quelli che trovi nell’articolo sui robot aspirapolvere intelligenti) sono in grado di svuotare in automatico il serbatoio per lo sporco in un secchio posto sulla base di ricarica, ma il prezzo di un prodotto del genere è molto alto.

Svuotare il serbatoio del robot aspirapolvere richiede pochi minuti e ti permette di controllare anche se ha catturato una buona quantità di polvere o meno.

Pulizia Delle Spazzole Dei Robot Aspirapolvere

Come per il serbatoio, meritano parecchia attenzione anche le spazzole dei robot aspirapolvere.

Questi componenti sono molto importanti poiché catturano e trasportano tutto lo sporco verso la bocchetta di aspirazione del robot.

Qui sotto trovi un video realizzato dall’azienda iRobot che mostra come funziona uno dei loro modelli per catturare la polvere e lo sporco.

I prodotti all’avanguardia possono inviarti anche una notifica (su delle app per smartphone) con cui ti avvisano quand’è necessario rimuovere il rullo che assorbe lo sporco così da farlo tornare di nuovo efficiente.

Sembra complicato, ma in realtà basta qualche minuto. Sul mio iRobot Roomba basta rimuovere il rullo, pulirlo e reinserirlo ed il gioco è fatto.

Assicurati di eseguire la manutenzione di tanto in tanto. Se i capelli si accumulano sotto al robot, oltre a renderlo meno efficace c’è il rischio che possano causare qualche danno all’impianto di aspirazione.

I Robot Aspirapolvere Sono Rumorosi

Se stai già immaginando che il tuo nuovo robot possa pulire i pavimenti mentre dormi in tutta tranquillità, mi spiace deluderti, ma non è così.

In genere questi prodotti producono un rumore abbastanza notevole quando sono in funzione, poi possono sbattere ai muri o ai mobili(se hanno un sistema di navigazione non all’avanguardia).

Per fartela semplice, il mio Roomba non è troppo fastidioso, tranne quando vedo un film e sono costretto ad alzare un bel po’ il volume per sentire la TV; data questa situazione, non l’ho proprio provato mentre dormo.

La Base Di Ricarica Non Va Ovunque

Mettere la stazione di ricarica del robot aspirapolvere in un angolo sarebbe fantastico: niente ingombro, non si vede ma funziona comunque.

Purtroppo non si può fare.

La base di ricarica del mio roomba deve avere – per forza – spazio libero su ogni lato e deve avere campo libero davanti a sé.

Anche altri modelli hanno i loro requisiti, ma in genere devono avere spazio a sufficienza.

Se non segui queste indicazioni, il robot avrà dei problemi nel tornare al punto di partenza per ricaricare la batteria.

Senza contare che la stazione di ricarica deve essere abbastanza vicino anche ad una presa per la corrente, altrimenti non può funzionare.

Conclusioni

Questo è tutto quello che devi sapere prima di comprare un robot aspirapolvere.

È uno strumento utile e che facilita di molto la pulizia in casa, ma ha bisogno delle dovute attenzioni altrimenti rischia di trasformarsi in un ostacolo che allungherà sempre di più il tempo richiesto per le faccende domestiche.

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it